header_image
Risultati della ricerca

Social Housing Old

Anno 2012: Spim realizza la demolizione di un edificio industriale degradato e abbandonato da decenni. Parte così in Valpolcevera, una delle aree maggiormente popolate della città, il più importante intervento di edilizia residenziale sociale (Social Housing) a Genova rivolto a quella fascia di persone e nuclei familiari che non riescono ad accedere al mercato libero a causa dei valori della locazione troppo elevati.

Un intervento che concretizza l’accordo di programma sottoscritto dal Comune di Genova con la Regione Liguria per l’attuazione del programma di Social Housing che si affianca così all’azione storica di SPIM di soddisfacimento del bisogno primario di abitazione attraverso gli alloggi dell’Edilizia Residenziale Pubblica e a formule innovative come il “Rent to Buy” per consentire ai cittadini di comprare casa in un momento di difficoltà di accesso al credito.

Rendering-del-progettoGrazie al social housing si viene incontro alle esigenze di giovani coppie, studenti e lavoratori in trasferta, immigrati a basso reddito che devono risolvere problematiche specifiche collegate alla loro situazione anche temporanea, dando loro con un canone moderato soluzioni armoniche e congrue rispetto ad un determinato contesto sociale e territoriale.

 

La normativa comunale prevede che in sede di convenzione venga stabilito che gli assegnatari siano individuati tra i nuclei familiari iscritti all’Agenzia Sociale per la Casa. L’affitto non eccede il 30% sul reddito ISEE; reddito il cui tetto massimo non deve superare il doppio del reddito per accedere agli alloggi ERP.

 

 

tav-6_Confronto-elevati_Stato-attuale-e-progetto

 

  • Ricerca Avanzata

  • Contatti

    Via di Francia, 1 - 16149 Genova

    010.5577902

    010.6424051

    info@spimgenova.it